mercoledì 23 marzo 2016

Bjerkandera adusta (Willd.: Fr.) Karsten

Bjerkandera adusta (Willd.: Fr.) Karsten

Scheda prelevata dal sito Mondo dei Funghi, determinazione eseguita dagli amici del Forum Studies in Aphyllophorales

Etimologia
Bjerkander = dedicato a Clas Bjerkander, botanico e micologo svedese (1735 / 1795); adusta = bruciato, bruciacchiato (dall' aggettivo latino), a causa del colore dei pori.

Sistematica
Regno: Fungi, Divisione: Amastigomycota, Subdivisione: Basidiomycota, Classe: Homobasidiomycetes Sottoclasse: Aphyllophoromycetideae, Ordine: Polypora-les, Famiglia:Bjerkanderaceae, Genere:Bjerkandera, Specie:adusta.

Commestibilità
Specie non commestibile per la sua legnosità.

Descrizione
Questi funghi si trovano sul legno di molti alberi, soprattutto latifoglie, sotto forma di numerosissimi corpi fruttiferi che a volte colonizzano gran parte del fusto. Si tratta di funghi sapro-parassiti. Crescono su tronchi vivi o morti, o ceppaie di latifoglie e conifere di ogni specie. 
Sono funghi a mensola, annuali, imbricati o fusi lateralmente con cappelli di 3-8 cm, dimidiati, reniformi, distesi, reflessi o resupinati con superficie pubescente o irsuta, talora nettamente zonata, alutacea, fulva, o grigio bruno con orlo disteso.
L'imenio è poroide con 4-6 pori per mm di 0,2-0,8 mm, aerotondato-labirintiformi, ottusi, bianchi, poi grigi e infine nerastri e con tubuli concolori brevi.
Una linea nera separa i tubuli dalla carne sovrastante che ha uno spessore di 1-10 mm ed è di consistenza coriaceo-elastica, prima bianca poi grigia con odore fragrante e sapore acido.
Le spore sono oblungo-ellittiche, lisce, misurano 4-6 x 2,5-3,5 e sono paglierine in massa. 
​​Vive su tronchi vivi e morti o ceppaie di latifoglie e conifere.

Possibilità di scambio 
Una confusione è possibile con Bjerkandera fumosa (Pers. : Fr.) Karstenche in Italia è meno diffusa e che si differenzia per la colorazione più scura, le spore leggermente più piccole, la superficie poroide da biancastra a crema e per i pori leggermente più grandi. Cresce soprattutto sui salici oppure su piante di latifoglia. È anch'essa non commestibile perché legnosa.

Bjerkandera adusta

Bjerkandera adusta


Bjerkandera adusta

Bjerkandera adusta

Bjerkandera adusta

Bjerkandera adusta

Bjerkandera adusta


Nessun commento:

Posta un commento