martedì 29 ottobre 2019

I porcini di Quintino annunciano la fine della stagione 2019

 Ciao a tutti,

come è oramai consuetudine l'amico Quintino e la sua gentile moglie ci regalano le immagini dell'ultima passeggiata al Ceppo con gli incredibili ritrovamenti di bellissimi porcini, Boletus edulis e Boletus pinophilus.
Arrivati a questo punto dobbiamo considerare la stagione micologica 2019 chiusa, non tanto perché siamo a fine ottobre ma per l'incredibile mancanza di piogge che hanno reso i nostri boschi secchi e privi di qualsiasi forma di vita fungina. Certo qualche porcino si trova e si troverà ancora ma non sarà certamente per lui che ci muoveremo, sarà invece bello godere della Natura che si appresta, giorno dopo giorno, a prepararsi al lungo letargo invernale.
Faremo i bilanci, subito possiamo dire che è stata una stagione anomala, grosse sfungate mai viste di porcini che testimoniano un'anomalia meteo che se si dovesse ripetere comincerebbe ad essere preoccupante.
Ricordiamo che andare a funghi non vuol dire riempire il cesto ma significa godere della grande gioia del Creato.
Va bene...godetevi le foto e ci aggiorneremo presto.

ciao

bruno







lunedì 21 ottobre 2019

Aggiornamento del 21.10-......siamo agli sgoccioli...

Carissimi amici, ciao,
chi va per boschi s'è reso conto di come la stagione procede, tutti aspettavamo la difficile ricerca dei porcini sotto uno strato di foglie di faggio colorate ed umide, a scovar i bellissimi Boletus edulis di ottobre, ma non è stato così o meglio non è stato per tutti così, ci sono state delle buone raccolte di funghi nella settimana scorsa ma attualmente i ritrovamenti sono ridottissimi e spesso anche rovinati.
Ed allora che facciamo?
Penso che la stagione si debba considerare chiusa, certo le belle giornate di sole invogliano molto le uscite, e noi le faremo lo stesso, ma le aspettative sono modestissime, credo che la mancanza d'acqua per così tanto tempo abbia influito molto nella crescita micologica.
Purtroppo le previsioni non ci dicono nulla di buono, non pioverà.
Ma voglio lasciarvi con una speranza, il lato forte del fungaiolo, l'ottimismo, quello che non ci fa smettere mai di credere nell'evento, bene, allora io dico che troveremo i "rossi", i Boletus pinopohilus, non sono usciti e se dovesse arrivare un po' acqua fatta bene con le foglie che stanno coprendo i boschi usciranno e andremo fino alle prime gelate....siete d'accordo? siamo ottimisti? ci credete?
Vedremo.

Grazie a tutti voi

bruno


lunedì 14 ottobre 2019

Aggiornamento del 14.10 ...gallucci e cardarelle

Ciao a tutti,

oramai ci apprestiamo a concludere la nostra stagione micologica che ha riservato una sfungata di boleti storica e adesso procede lentamente verso la fine.
Nel faggio le passeggiate sono spettacolari, i colori del bosco, i profumi, il silenzio, sono sempre degli ingredienti eccellenti per una sana uscita, poi se riusciamo a trovare qualche bellissimo B.edulis e B.pinophilus raggiungeremo il massimo.
Qualche speranza di trovare porcini ancora è ben presente ma in questo momento sono tornati prepotentemente in primo piano i gallucci con esemplari giallissimi e freschissimi, poi un pochettino più in basso è in atto una fioritura di Armillaria mellea, ricordo che questo fungo va raccolto giovane, va prebollito scartando il gambo, non congelatelo ma fatevi la sana mangiatella e soprattutto non raccoglietelo dove le aree sono inquinate, dopo gelate e il controllo va fatto accuratamente fungo per fungo, nei cespi si può nascondere la cattiva sorpresa.....allora divertitevi.

Alle prossime

ciao

bruno


domenica 6 ottobre 2019

Aggiornamento del 6 ottobre....quasi niente

Carissimo amici, ciao.

la nostra esperienza sui nostri luoghi ad agosto ci avrebbe fatto scegliere questo periodo per essere liberi da impegni, per chiedere le ferie, insomma per raccogliere due buoni funghi porcini in Santa Pace dopo il grande caos estivo.
Ma sarà così quest'anno?
Proprio no, abbiamo dei boschi molto avari di ritrovamenti, spesso funghi stramaturi, poca varietà, abbiamo sbagliato aver pensato questo periodo come il migliore, certo le passeggiate nei boschi con faggi ancora ben ricchi di foglie verdi è sempre emozionante e il nostro spirito insieme al corpo se ne avvantaggeranno sicuramente.
Cosa succederà?
Francamente non lo so, penso che dovremo conservare l'ottimismo, dovremo aspettare che il terreno si copra di foglie, oggi cadevano in buona misura, sappiamo che il meteo ci sarà favorevole e quindi è lecito aspettarci, dalla fine della settimana entrante, qualche inizio di ritrovamento.
L'imperativo è non mollare e non molleremo.

Alle prossime e grazie a tutti

foto di Boletus pinophilus trovato da mio figlio Alessandro insieme a Paola.

Ciao

bruno




lunedì 30 settembre 2019

Aggiornamento del 30 settembre.....ci sarà o non ci sarà

Ciao a tutti,

lasciamo il mese di settembre  con molta nostalgia, ci ha regalato una sfungata di porcini che definirei storica in buona parte del nostro territorio, in parecchi hanno potuto raccogliere quantità notevoli di questa grazia del bosco soprattutto termofilo, poi ci siamo spostati nel faggio e le cose sono cambiate, inizialmente sembrava anche lì facile ma poi, giorno dopo giorno, tutto s'è fatto complicato tanto che adesso fare un buon raccolto di porcini è impresa ardua.
E allora cosa fare?
Niente, bisogna aspettare, non ricordate le stagioni passate quando si andava cercarli sotto manti di foglie colorate appena cadute? Adesso ancora sono ben ancorate sulle piante ma presto assisteremo al miracolo di colori del bosco, una per una cadranno inesorabilmente a terra dove troveranno la loro sistemazione e con il loro calore, quello della decomposizione e del sole accumulato, inizieranno a scaldare il suolo che ben umido metterà in allarme il micelio che in tutta risposta fruttificherà, e sarà il momento del cercatore di classe, quello che cammina lentamente, che, conoscendo i luoghi, sposterà delicatamente le foglie, sarà lui a raccogliere i migliori funghi, i più bei porcini, il Boletus edulis, quello con il gambone obeso e tanta carne nel cappello.
Ma nel bosco non c'è e non ci sarà solo lui, una fioritura incredibile di funghi sta già avvenendo soprattutto sotto misto conifera, tantissimi Tricholoma, Russula, Lactarius, Hygrophorus, Amanita, ecc. ecc.....questo è il periodo che il Micofilo vorrebbe non finisse mai.

Grazie a tutti e mi raccomando rispettate la Legge.

Ciao

bruno


lunedì 23 settembre 2019

Aggiornamento del 23 settembre....stento a capire..

Carissimi amici,

non è che prima ci capivo ma almeno una certa regolarità s'intuiva.
Il Mondo dei Funghi è accattivante proprio per questo, nelle stesse condizioni climatiche c'è chi trova e chi no, ieri ad esempio a poca distanza tra me e mio figlio in escursione con amici la differenza è stata eclatante, io ho trovato pochissimo mentre gli altri hanno fatto almeno 4 kg di porcini.
Il mio interesse è, però, verso una crescita Micologica di varie specie e questo, per fortuna, sta avvenendo, ma se devo scrivere qualcosa di utile per gli amici raccoglitori che frequentano i boschi alla ricerca di boleti non me la sento di consigliare nulla.
Statisticamente fine settembre e la prima settimana di Ottobre sono i momenti migliori per le nostre zone quindi quello che posso dire è di avere fiducia, adesso i boschi sono ottimamente bagnati, se non farà freddo e tornerà un buon Sole i funghi si ritroveranno.

Buone passeggiate e riportate sempre qualche sciagurata immondizia lasciata da chi nel bosco non dovrebbe nemmeno metterci piedi....la Natura vede e provvede.

ciao

bruno



mercoledì 18 settembre 2019

Aggiornamento....sfungata verso la fine...

Carissimi amici, ciao.
Sono oramai un paio di giorni che si nota una netta diminuzione di qualità nei funghi, si trovano solo carpofori adulti e spesso leggeri, con ospiti e spesso fastidiosissimi scarabei al loro interno.
L'incredibile crescita che è avvenuta tra castagno e quercia è già finita e nulla più si trova, resistono delle nicchie di produzione micologica nel faggio, nel fuori bosco alimentata dall'umidità notturna, nelle conche e nicchie coperte dalle foglie, anche nei pressi di rami e tronchi lasciano ancora qualche possibilità di crescita.
Questo relativamente ai porcini mentre per il resto del panorama micologico devo dire che è quasi un deserto.
Allora cosa pensare?...io dico che senza pioggia ci fermeremo. Certamente i funghi porcini non si fermeranno ma sarà più difficile trovarli, i giochi si fanno più duri e l'esperienza farà la differenza.
Credevate che fosse sempre così semplice?

Ora non rimane che ricominciare a raccogliere: carta argentata, pacchetti di caramelle e sigarette, cartacce varie, involucri di medicine, bottigliette varie e brik....questo é il regalo che i nostri amici indiavolati raccoglitori di porcini ci hanno lasciato nei boschi in cambio di doni preziosi della Natura.

Non ci arrendiamo, non abbiamo la forza per imporre l'educazione ma solo insegnarla anche e soprattutto con l'esempio.

foto di oggi

grazie a tutti

bruno