mercoledì 11 luglio 2018

..secondo aggiornamento di luglio....non va..

Carissimi amici,

ho tardato un po' per scrivere due righe sulla nostra passione e sulle nostre aspettative, ho tardato perché francamente non ho capito cosa ci aspetta, non ho intuito nulla di questo momento, ho sentito tante persone, ho visto i loro raccolti ma resto insicuro.
Quello che vi posso dire è che di porcini ce ne sono veramente pochi, quei pochi sono stranamente anche dei Boletus pinophilus, altra stranezza, pochi e larvati Boletus aestivalis,  ancora buone le Russule con la Russula aurea che primeggia in bellezza e bontà, i gallucci cominciano la loro parabola discendente.
Ed allora?
Allora dipenderà dal meteo, fino a domenica avremo molto caldo con vento moderato ma insistente, il sottobosco non è già in buone condizioni e peggiorerà nel frattempo, se, come sembra, arriverà un cambio atmosferico potremo sperare in qualcosa verso l'ultima parte di luglio e quindi come capite un altro mese andrà via....piano piano ci giocheremo anche il 2018. Ma non siamo pessimisti, forse qualche nero, Boletus aereus, e qualche ovolo, Amanita caesarea, con il caldaccio li potremo trovare e poi, come è abitudine negli ultimi anni andremo a funghi a ferragosto 😐😆

Ciao a tutti e grazie dei vostri commenti e foto che potete inviarmi a bruno.deruvo@gmail.com oppure su Watsapp al 3335283357

ciao

bruno


Russula aurea

lunedì 2 luglio 2018

..primo aggiornamento di luglio....non si capisce

Carissimi amici,

abbiamo passato, ultimamente, molto del nostro tempo a commentare l'eccessiva pioggia e l'anomalo freddo, abbiamo auspicato l'arrivo del caldo per aspettarci una sfungata degna di nota.
Bene, il caldo è arrivato ma preceduto da una fastidiosissima attività ventosa molto fresca e costante che ha rovinato il sottobosco causando una diminuzione di presenza di funghi.
Ora tutto questo è molto generalizzato e non può essere localizzato, in realtà bravi cercatori effettuano dei bei raccolti, quindi alcuni si ritroveranno in queste parole ed altri no, ma certamente non possiamo ritenerci prossimi ad una sfungata.
Cosa succederà a breve è difficile veramente dirlo, il caldo e l'assenza di vento favoriranno le nuove crescite, forse i primi ovoli (Amanita caesarea) si cominceranno a trovare così come i neri (Boletus aereus) mentre nel faggio puro le grandi sorprese saranno sempre possibili, nel frattempo i Cantharellus andranno scemando.
Il bello dei funghi è proprio questo, nessuno ha la verità in mano ne può affidarsi ad assurdi rituali, ad esempio la Luna. Ribadiamo che i nostri amici amano fare quello che vogliono, con il bosco bagnato sono capaci di non venir fuori mentre sul secco sì....la Micologia è attraente anche solo per questo.
Non fatevi gabbare, andate sempre....ciao e buone passeggiate.

bruno


mercoledì 27 giugno 2018

...aggiornamento del 27.06....bosco freddo

Ciao a tutti gli amici,

la stagione prosegue nel suo andamento diametralmente opposto rispetto all'anno scorso, siamo arrivati a fine giugno e ancora stiamo aspettando che il caldo arrivi.
In questi ultimi giorni un venticello freddo ha di tanto abbassato le temperature e questo non ci favorisce di certo, comunque non si può dire che qualcosa non si trovi, anzi si vedono delle bellissime e sane raccolte di bellissimi Boletus aestivalis, mentre i gallucci si trovano molto facilmente anche se la loro crescita è sporadica e non a famiglie.
Cosa dire?...durante uil fine settimana le temperature si alzeranno di parecchio e ciò dovrebbe permettere la vera partenza micologica nei boschi, per il momento girando bene, a qualsiasi quota, qualche ritrovamento si viene facendo, mentre dei gallucci molto grandi si trovano a quote decisamente più basse tra cerro e castagno.
Ed allora andiamo pure a farci una bella passeggiata, riportiamo il giusto per una bella mangiatina del giorno dopo e saremo sempre felici di godere di ciò

Buona cerca....ciao

bruno


mercoledì 20 giugno 2018

..aggiornamento del 20.06...difficile dire..

Un saluto a tutti voi,
negli ultimi giorni mi sono trovato in forte difficoltà nel pensare di scrivere qualcosa in merito alla nostra situazione micologica, il perché è presto detto...si trovano...forse si trovavano pochi funghi.
Se avessi dovuto scrivere ieri avrei sicuramente raccontato che il bosco è fermo, il fondo è bagnatissimo ma freddo, tranne i soliti fortunati gli altri mediamente trovano poco o niente, qualche galluccio sporadico, delle Russula, qualche porcino ma sostanzialmente un bosco che appariva dormiente.
Oggi la mia sensazione è completamente mutata, ho saputo di buone raccolte di Boletus, ho visto amici postare sui social diversi ritrovamenti, insomma mi sembra che le cose comincino ad andare per il verso giusto, poi la luna buona, per chi ci crede, sta arrivando....insomma sono moderatamente ottimista.
Adesso rimane solo di verificare il tutto e i prossimi giorni lo faremo, certo il meteo ci darà una bella mazzata con abbassamento repentino delle temperature ma la stagione dovrà ancora aprirsi.
Ed allora non preoccupiamoci, gli ingredienti ci sono tutti, non dimentichiamoci l'anno precedente e facciamoci delle belle passeggiate in relax ed attenzione....inutile ricordarvi l'esigenza dell'educazione.

Saluti

bruno

Boletus aestivalis


Boletus aestivalis

mercoledì 13 giugno 2018

..aggiornamento del 12 giugno...non tanta roba..

Ciao a tutti,

proviamo a dire qualcosa in merito alla situazione micologica attuale, certo non è facile.
Allora i boschi sono tutti ben bagnati, la flora è stupefacente ed abbondante, continua a piovere mentre avremmo bisogno di tanto sole per scaldare un sottosuolo che va nascondendosi sempre di più tra l'erba che cresce alta anche nei boschi e la volta fogliare molto estesa delle piante, certo tutto ciò ci tornerebbe molto utile se per una settimana non piovesse e le temperature salissero bene.
Però i funghi ci sono, alcuni raccoglitori hanno raccolto anche bene, sono bravi e fortunati.
Certo non quelli che le aspettative ci farebbero sognare, non una varietà notevole, ma ci sono.....girando bene, senza salire molto di quota, tra cerro, castagno e i primi faggi, un po' di gallucci, qualche splendida Russula e alcuni porcini fra cui anche il bronzino (Boletus aereus), si trovano, assicurandoci un bel e soprattutto ottimo misto.
Il sole arriverà così come una buona sfungata, aspettiamo pazienti mentre non dobbiamo rallentare nelle nostre uscite...buone passeggiate a tutti.

ciao

bruno


venerdì 1 giugno 2018

...primo aggiornamento di giugno...nascono..

Carissimi amici, ciao.
Scrivo poche righe in merito alla situazione micologica delle nostre terre.
Il primo aspetto eclatante è l'estrema umidità dei boschi, forse mai a maggio è piovuto così tanto da rendere il bosco "scuro", scuro nel senso che la terra è intensamente bruna mentre la vegetazione è sovrabbondante, indubbiamente una buona cosa per la vita e noi pensiamo altrettanto per i funghi. Ma allora perché se ne trovano ancora pochi?...come mai si trovano i primi porcini e pochissimi gallucci?....queste sono le domande che ci facciamo frequentemente a cui nessuno può dare una risposta sensata se non quella che i funghi nascono quando e come vogliono. Comunque qualcosa si può dire, credo che l'inizio dei Boleti sia in netto anticipo, tutti noi sappiamo che a parte sporadici ritrovamenti la vera stagione micologica interessante comincerà tra qualche giorno con un abbondante presenza di Cantharellus, Russula e a seguire i primi estatini...nel frattempo alcuni hanno effettuato dei bellissimi raccolti anche di Boletus pinophilus nel faggio, di Boletus aestivalis nei castagni e cerro di bassa quota, per continuare agli ultimi ma bellissimi Calocybe gambosa e Agaricus, insomma c'è già chi si è divertito alla grande ma mediamente il cercatore trova ancora poco, non ve la prendete, migliorerà presto e se saremo coadiuvati da intense giornate di sole ci divertiremo alla grande.
Mi raccomando l'educazione del bosco e la raccolta di rifiuti, anche qualche bottiglietta di plastica sarà sufficiente per farci sentire bene.
Godetevela e alle prossime.

ciao

bruno



Boletus pinophilus

lunedì 21 maggio 2018

..aggiornamento del 21 maggio...si vedono più funghi

Carissimi amici...ciao,

certo che l'acqua è veramente un elemento essenziale per la vita, da tempo non vedevo prati e panorami di un così verde intensissimo, fermatevi ad ammirare questa forza espressa dalla Natura in crescita, il nostro obiettivo è quello di godercela rispettandola.
Ogni forma di vita adesso si appresta alla riproduzione e i funghi, con i loro carpofori, ci provano anch'essi. Certo non pensano che l'uomo è tanto interessato a raccoglierli e se sapremo farlo potremo godere in eterno di questa Grazia.
Un pochettino di sole in più...noi tutti ripetiamo la stessa frase ma a giudicare da quello che io vedo grazie ai vostri messaggi devo dire che anche così va benone.
Ho visionato raccolti di grande qualità di Calocybe gambosa, Marasmius oreades, Agaricus urinasces ...ecc....ancora mi sento di consigliarvi di andare sui prati, ai bordi delle piante di Prunus e di boschi in generale e sicuramente potrete trovare ancora dei magnifici spinaroli, poi pian pianino entrate nel bosco,  qualche visitina nei luoghi caldi che prendono molto sole a caccia dei primi galletti, russule e porcini.
Insomma divertitevi e ammirate le immagini delle foto degli amici che me le inviano via email : bruno.deruvo@gmail.com oppure Watsapp 3335283356...grazie e in bocca al lupo

ciao

bruno

splendido
Boletus pinophilus di Luigi di S.Benedetto del Tronto


foto di Massimo di Isola





foto di un magnifico Boletus aestivalis della bravissima Signora Franca dai Sibillini






infine i Numeri uno dei raccoglitori, la coppia Lella e Stefano...avremmo molto da imparare da loro...ciao e grazie